NOME: Giorgio COGNOME: Raineri

ETA’: 20

DIPLOMA IN: INDIRIZZO PROFESSIONALE SERVIZI SOCIO-SANITARI

ANNO DI CONSEGUIMENTO: 2015/2016

IMG_0148

–         COSA TI HA SPINTO A RITORNARE A SCUOLA PER PRENDERE IL DIPLOMA?

Ho voluto ritornare a scuola per mettermi in discussione …volevo raggiungere a tutti i costi quel traguardo che sentivo, per vari motivi, molto importante e che in passato non mi era stato possibile raggiungere.

–         COME HAI CONOSCIUTO L’ISTITUTO PETRARCA? CHE COSA TI HA SPINTO AD ISCRIVERTI?

Ho avuto modo di conoscere l’Istituto Petrarca tramite una mia conoscente che, precedentemente, aveva frequentato con successo e con soddisfazione l’Istituto. Alla fine, ho deciso di iscrivermi anche per le belle parole che questa ragazza ha speso per l’Istituto. Mi sono fidato di lei e della sua positiva esperienza. Inoltre, dato che l’età me lo consentiva, ero affascinato dalla possibilità di perseguire il diploma in 2 anni. Infine, ho trovato comodissima la possibilità di frequentare sia il mattino che la sera, elemento che mi garantiva una certa flessibilità organizzativa.

–         TI RICORDI QUAL E’ STATA LA TUA PRIMA IMPRESSIONE DELL’ISTITUTO?

Certo…La ricordo bene…è stata quella di trovarmi in un ambiente famigliare…

–         COSA TI HA LASCIATO IL PETRARCA…DA UN PUNTO DI VISTA UMANO?

Tanto…tantissimo…ho avuto modo di conoscere delle persone che hanno reso questi due anni speciali…ho avuto dei compagni di classe che ancora oggi sento e frequento…ho stretto dei bellissimi rapporti con alcuni di loro.

Anche con i professori si è creato un bellissimo rapporto…di stima reciproca e fiducia. Sono sempre stati disponibili! Mi hanno sempre aiutato e supportato e anche grazie a loro sono riuscito poi a raggiungere il mio obiettivo. Inoltre, grazie a tutti loro, ho imparato sempre di più a credere in me stesso, nelle mie capacità e competenze. In questi due anni, mi sono sentito capito e accolto e soprattutto, ho percepito quanto tutto l’ambiente investisse su di me…e dato che la scuola stava facendo tutto questo lavoro, perché non avrei dovuto farlo anch’io?

–         …E DA UN PUNTO DI VISTA  DIDATTICO/SCOLASTICO?

Ho avuto modo di acquisire un vero e proprio metodo di studio…ho imparato a studiare, ad organizzarmi a pianificare il lavoro e gli impegni. Devo riconoscere che gli insegnanti mi hanno aiutato a cambiare l’approccio che prima davo alla scuola in genere…allo studio…e forse, come dicevo prima, a me stesso. Inoltre, il tirocinio mi ha dato l’opportunità di conoscere delle realtà nuove e delle persone veramente squisite. Mi ha dato, inoltre, la possibilità di farmi conoscere e apprezzare. Sono stato inserito nel Centro Diurno Disabili di Montichiari gestito dalla Cooperativa sociale la Sorgente.

–         ECCO GIORGIO, VENIAMO ALLORA AL LAVORO…CHE COSA TI HA LASCIATO IL PETRARCA?

Un lavoro!…Grazie al Petrarca svolgo il lavoro che volevo tanto fare! So che il Petrarca è un istituto inserito in una rete di servizi e realtà lavorative che vanno al di là del raggiungimento del diploma…mi è stato detto tanto volte e grazie a tutto questo, la cooperativa LaSorgente, in accordo con la scuola, mi ha proposto un contratto da 16 ore alla settimana, prima come jolly, poi come assistente ad personam.

Inoltre, mi sono state proposte dallo stesso Petrarca delle ore di lavoro! Ho affiancato un ragazzo iscritto allo stesso corso che ho fatto io…in accordo con i suoi insegnanti, che tra l’altro erano anche i miei, l’ho aiutato nello studio, nei compiti e nella preparazione delle verifiche e delle interrogazioni. Bella esperienza che spero si possa ripetere…

–         IN QUESTI DUE ANNI DI “PETRARCA”, C’E’ QUALCOSA CHE RICORDI CON PARTICOLARE EMOZIONE CHE VORRESTI RACCONTARE?

Di sicuro l’Esame di Maturità…perché oltre ad essere stato uno dei momenti più stressanti della mia vita…è stato anche uno dei momenti più soddisfacenti…è stato un momento di ritrovo in cui tutti noi compagni e amici ci siamo confrontati e sostenuti fino al tanto sospirato traguardo…

–         PETRARCA SI’…PETRARCA NO…

(ride, ndr)… petrarca  sì…tutta la vita!